Pubblicato in: politica mente

In questo stato onori e ricchezze dovrebbero essere motivo di vergogna


«Se uno Stato è retto dai principi della ragione, povertà e miseria sono oggetto di vergogna; se uno Stato non è retto dai principi della ragione, ricchezze e onori sono oggetto di vergogna». (Confucio)

Con questa classe politica dominata da faccendieri senza scrupoli, eccentrici e petulanti squali amorali, senza alcuna “ragione” che non sia quella del proprio miserevole “particolare” – la chiamiamo “casta” – le parole ci capitombolano nella testa, il senso slitta, frana a valle, si rarefà… onore diventa vergogna, ricchezza meschinità, giustizia sopruso (buon dio, Mastella e Alfano ministri della “giustizia”!), amore sopraffazione (il “partito dell’amore” è un’espressione ghignante, puzza di inquisizione da bar, ha l’alitosi arrogante dello sgugnizzo mal amato), eloquenza turpiloquio… Per questo a fare Politica (loro la chiamano “antipolitica” con un ulteriore ribaltamento del senso della parola) oggi in Italia ci sono rimasti solo i comici… per questo la satira non graffia più ma ti urla nelle orecchie, ti fa venire la gastrite. Abbiamo smarrito il senso della VERGOGNA, quello che ai nostri padri, di tanto in tanto, faceva tremare la voce, tra un tiraacampà e l’altro… ce lo siamo lasciato portar via.

C’hanno rubato il senso delle parole, c’hanno rubato la storia, e con essa l’identità (e la dignità)… assomigliano (nella migliore delle ipotesi) a quel professore di Salò che continuava a interrogare mentre all’ultimo banco veniva stuprata una ragazzina di 12 anni… dai suoi stessi compagni.

Annunci

Autore:

Ho studiato filosofia presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e mi sono laureato nell'aprile del 1990, relatore il prof. Gabriele Giannantoni, con una tesi in storia della filosofia antica intitolata "Vivere significa morire: analisi di alcuni frammenti eraclitei". Sono socio della SFI - Società Filosofica Italiana di cui curo il sito web. Da alcuni anni mi interesso di Pratiche Filosofiche e Consulenza Filosofica, collaborando con riviste scientifiche del settore, sulle quali ho all'attivo decine di pubblicazioni. Dal 2004 svolgo la professione di Consulente Filosofico e ho promosso una serie di iniziative filosofiche (Caffè Philo, Dialogo Socratico, Seminari di gruppo) aperte al pubblico. Nel giugno del 2005 ho partecipato come relatore al convegno "Pratiche filosofiche e cura di sé" presso l'Università di Venezia "Cà Foscari". Tra il settembre 2006 e il giugno 2007 ho curato il ciclo di seminari "La filosofia come arte di vivere" presso la Biblioteca Comunale di Rieti "Paroniana" con il beneplacito dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Rieti. Nell'anno accademico 2006-2007 sono stato docente a contratto per il master in Consulenza Filosofica attivato presso l'Università di Roma3. Attualmente insegno filosofia e storia presso il Liceo "I. Vian" di Bracciano (Liceo Classico sezione X).