Pubblicato in: scuola

Benvenuta riforma Gelmini!


Al mio liceo (il Vian di Bracciano) la “Riforma” ha comportato il taglio di parecchie classi e di decine di posti di lavoro. Il risultato è il caos più assoluto: studenti che a due giorni dall’inizio della scuola ancora non sanno a quale sezione sono stati assegnati e girano di classe in classe portandosi dietro le sedie e i banchi. I colleghi che si occupano dell’organico e dell’orario stanno facendo miracoli ma i tempi e gli spazi sono, a dir poco, angusti. Il taglio di un’intera sezione di liceo ha comportato che classi di 20-25 studenti arrivino ora a contare 32-35 studenti (compresi i ripetenti), i quali vengono stipati in spazi ridottissimi. La normativa sulla sicurezza è diventata una barzelletta. Dio ci scampi e liberi da eventuali incidenti. Faremmo tutti la morte del topo. La didattica, va da sé, non potrà non subire colpi micidiali. A voler rispettare la normativa che prevede almeno un paio di colloqui orali a trimestre dovremmo praticamente iniziare a fare verifiche sin dalla seconda settimana di scuola senza spiegare! Questo con tre ore settimanali di corso (storia o filosofia al classico, ma immaginatevi storia dell’arte con una sola ora a settimana!) e a volere concedere una ventina di minuti a studente… C’è bisogno di aggiungere altro? Credo, tra l’altro, che la nostra situazione confrontata con altri istituti continui comunque ad essere invidiabile… la gente ha diritto di essere informata di come stanno le cose.

Annunci

Autore:

Ho studiato filosofia presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e mi sono laureato nell'aprile del 1990, relatore il prof. Gabriele Giannantoni, con una tesi in storia della filosofia antica intitolata "Vivere significa morire: analisi di alcuni frammenti eraclitei". Sono socio della SFI - Società Filosofica Italiana di cui curo il sito web. Da alcuni anni mi interesso di Pratiche Filosofiche e Consulenza Filosofica, collaborando con riviste scientifiche del settore, sulle quali ho all'attivo decine di pubblicazioni. Dal 2004 svolgo la professione di Consulente Filosofico e ho promosso una serie di iniziative filosofiche (Caffè Philo, Dialogo Socratico, Seminari di gruppo) aperte al pubblico. Nel giugno del 2005 ho partecipato come relatore al convegno "Pratiche filosofiche e cura di sé" presso l'Università di Venezia "Cà Foscari". Tra il settembre 2006 e il giugno 2007 ho curato il ciclo di seminari "La filosofia come arte di vivere" presso la Biblioteca Comunale di Rieti "Paroniana" con il beneplacito dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Rieti. Nell'anno accademico 2006-2007 sono stato docente a contratto per il master in Consulenza Filosofica attivato presso l'Università di Roma3. Attualmente insegno filosofia e storia presso il Liceo "I. Vian" di Bracciano (Liceo Classico sezione X).