Pubblicato in: politica mente

Riprendiamoci il futuro!


Abbiamo una possibilità storica di mandare a casa una classe dirigente non all’altezza, corrotta, nella migliore delle ipotesi incapace, nella peggiore criminale. Si potrebbero fare dei distinguo, senza dubbio. Ma la legge elettorale, voluta dai principali partiti presenti in parlamento negli ultimi anni (pd, pdl, udc etc.) di fatto, ce lo impedisce. Non possiamo scegliere la persona, ma solo crocettare il simbolo. È ora di riprenderci il paese, o almeno di provarci. Voterò convintamente m5s (movimento cinque stelle). Altre strade personalmente non ne vedo. Meglio mandare in parlamento uno/a sconosciuto/a, magari poco esperto di “intrallazzi”, piuttosto che un criminale conclamato o uno che sta lì da 2-3-4 (e oltre) legislature. Come a scuola o sui campi di calcio: se la classe o la squadra va male (malissimo) è il caso di cambiare insegnante o allenatore. Certo, di perplessità me ne rimangono parecchie. Il m5s è ancora una “cosa” tutta da scoprire. Ma è moralmente corretto esimersi dal correre il rischio preferendo affidare il futuro dei nostri figli ai soliti noti (venditori di pentole, imbonitori, mafiosi, nichilisti ad aria compressa, rampantini e furbetti di quartiere, post-post qualcosa, ecc.)? Scelgo m5s e lo faccio a ragion veduta. Tra l’altro mi ritrovo pienamente nel programma del movimento per ciò che riguarda la scuola. Un documento completo, scritto evidentemente da colleghi che di scuola si intendono, l’unico ambito in cui ritengo di avere sufficienti conoscenze e competenze per poter esprimere un giudizio ad hoc.

Le prossime elezioni potrebbero rappresentare un momento storico. Non ce la faccio più a vedere partire per l’estero tanti giovani, tante ottime ragazze, belle speranze, umanamente toste, belle teste, belle idee. Se ne andassero loro, questi criminali, questi gusci vuoti, senza dignità, senza pudore, senza anima. Via. Intorno a me voglio quelle tante belle persone che ho conosciuto in questi anni a scuola e che ho visto crescere, sbocciare e maturare. Le voglio negli ospedali, nelle scuole, nelle imprese, nella cultura, nelle professioni liberali. Ne abbiamo tutti bisogno.

Riprendiamoci il paese! Riprendetevi il vostro futuro!

https://francescodipalo.wordpress.com/2013/01/11/proposte-sulla-scuola-presenti-nel-programma-del-m5s/

Annunci

Autore:

Ho studiato filosofia presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e mi sono laureato nell'aprile del 1990, relatore il prof. Gabriele Giannantoni, con una tesi in storia della filosofia antica intitolata "Vivere significa morire: analisi di alcuni frammenti eraclitei". Sono socio della SFI - Società Filosofica Italiana di cui curo il sito web. Da alcuni anni mi interesso di Pratiche Filosofiche e Consulenza Filosofica, collaborando con riviste scientifiche del settore, sulle quali ho all'attivo decine di pubblicazioni. Dal 2004 svolgo la professione di Consulente Filosofico e ho promosso una serie di iniziative filosofiche (Caffè Philo, Dialogo Socratico, Seminari di gruppo) aperte al pubblico. Nel giugno del 2005 ho partecipato come relatore al convegno "Pratiche filosofiche e cura di sé" presso l'Università di Venezia "Cà Foscari". Tra il settembre 2006 e il giugno 2007 ho curato il ciclo di seminari "La filosofia come arte di vivere" presso la Biblioteca Comunale di Rieti "Paroniana" con il beneplacito dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Rieti. Nell'anno accademico 2006-2007 sono stato docente a contratto per il master in Consulenza Filosofica attivato presso l'Università di Roma3. Attualmente insegno filosofia e storia presso il Liceo "I. Vian" di Bracciano (Liceo Classico sezione X).