Pubblicato in: filosofia

Pitagora – I numeri e le cose


[09_3] Video lezione di filosofia per le classi terze del liceo – Pitagora e i Pitagorici, numero, numerologia, pari, dispari, proporzioni, geometria, matematica, olismo, realismo, gnoseologia, polo oggettivo, polo soggettivo, sfera ontologica, sfera logica, sfera linguistica, cosmo pitagorico – Si veda anche

DK 58 B 4. ARISTOT. metaph. A 5. 985 b 23 – Al tempo di costoro, e prima di costoro [Leucippo e Democrito], si dedicarono alle matematiche e per primi le fecero progredire quelli che son detti Pitagorici. Questi, dediti a tale studio, credettero che i princìpi delle matematiche fossero anche princìpi di tutte le cose che sono. Or poiché princìpi delle matematiche sono i numeri, e nei numeri essi credevano di trovare, più che nel fuoco e nella terra e nell’acqua, somiglianze con le cose che sono e divengono (giudicavano, per esempio, che giustizia fosse una determinata proprietà dei numeri, anima e mente un’altra, opportunità un’altra; e similmente, per così dire, ogni altra cosa), e poiché inoltre vedevano espresse dai numeri le proprietà e i rapporti degli accordi armonici, poiché insomma ogni cosa nella natura appariva loro simile ai numeri, e i numeri apparivano primi tra tutto ciò ch’è nella natura, pensarono che gli elementi dei numeri fossero elementi di tutte le cose che sono, e che l’intero mondo fosse armonia e numero. E tutte le proprietà che potevano mostrare, nei numeri e negli accordi musicali, corrispondenti alle proprietà e alle parti del cielo, e in generale a tutto l’ordine cosmico, le raccoglievano e gliele adattavano. Che se qualche cosa mancava, si sforzavano d’introdurla, perché la loro trattazione fosse compatta. Per chiarire con un esempio: poiché il dieci sembra essere numero perfetto e contenere in sé tutta la natura dei numeri, dicevano che anche i corpi che si muovono nel cielo sono dieci; e poiché se ne vedono soltanto nove, aggiungevano, come decimo, l’antiterra.

DK 58 B 37. ARISTOT. de cael. B 13. 293 a 18 – Per i più [la terra] è nel centro… Il contrario affermano gli Italici, detti Pitagorici. Essi dicono che nel centro è il fuoco, che la terra è un astro e che essa, rotando intorno alla parte centrale, dà origine al giorno e alla notte. Poi, di contro a questa, dicono che c’è una seconda terra, ch’essi chiamano antiterra: e questo affermano non già ricercando le cause e le ragioni nei fenomeni, ma sforzando il significato dei fenomeni e cercando d’accordarli con alcune loro ragioni e opinioni preconcette. E molti altri, se non cercassero di trovare certezza nella considerazione dei fenomeni piuttosto che nei discorsi, si troverebbero d’accordo con loro nel negare che la terra si trovi nel centro; perché essi dicono che il posto di maggior onore spetta alle cose che più sono degne d’onore, e che il fuoco è più pregevole della terra, e gli estremi più pregevoli delle parti comprese tra essi: ed estremi sono la circonferenza e il centro.

DK 44 B 2. STOB. ecl. I 21, 7 a p. 187, 14 – Da Filolao intorno al cosmo: Tutte le cose sono necessariamente o limitanti o illimitate o limitanti e illimitate. Soltanto cose illimitate 〈o soltanto cose limitanti〉 non ci potrebbero essere. Ordunque, essendo evidente che le cose che sono non possono essere composte soltanto da elementi limitanti né soltanto da elementi illimitati, è anche evidente che il cosmo e tutte le cose che sono in esso furono composte da elementi limitanti e da elementi illimitati. Lo prova quanto accade nei fatti: perché ciò che è formato da elementi limitanti è limitato, ciò che è composto da elementi limitanti e da elementi illimitati è illimitato e limitante, ciò che è composto da elementi illimitati apparirà illimitato.

58 B 2. STOB. ecl. I pr. 6 p. 20, 1 – Dai libri d’Aristosseno Sull’aritmetica. Pare che Pitagora apprezzasse sopra ogni altro lo studio dei numeri, e che, traendolo fuori dal servizio dei mercanti, lo facesse progredire, e tutte le cose paragonasse ai numeri. Perché il numero contiene tutte le altre cose, e tutti i numeri sono in rapporto tra di loro. I Greci ne attribuiscono l’invenzione a Prometeo; gli Egizi ad Ermes, che chiamano Thot. Altri dicono che la scoperta fu dovuta all’esame del movimento circolare delle cose celesti. Principio del numero è l’unità; e numero è un insieme composto da unità. Dei numeri sono pari quelli che si dividono in parti uguali, dispari quelli che si dividono in parti disuguali e hanno un mezzo tra le due parti. Così nelle malattie le crisi e i cambiamenti sembra che si compiano in giorni dispari, perché, come il dispari ha principio e mezzo e fine, così esse cominciano e raggiungono il culmine e poi se ne allontanano.

Autore:

Ho studiato filosofia presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e mi sono laureato nel 1990, relatore il prof. Gabriele Giannantoni, con una tesi in storia della filosofia antica intitolata "Vivere significa morire: analisi di alcuni frammenti eraclitei". Sono socio della SFI - Società Filosofica Italiana di cui curo il sito web. Da alcuni anni mi interesso di Pratiche Filosofiche e Consulenza Filosofica, collaborando con riviste scientifiche del settore, sulle quali ho all'attivo decine di pubblicazioni. Dal 2004 svolgo la professione di Consulente Filosofico e ho promosso una serie di iniziative filosofiche (Caffè Philo, Dialogo Socratico, Seminari di gruppo) aperte al pubblico. Attualmente insegno filosofia e storia presso il Liceo "I. Vian" di Bracciano (Liceo Classico sezione X). Utilizzo la filosofia in pratica sia durante le lezioni ordinarie che in altre "straordinarie" occasioni (passeggiate filosofiche nel bosco, dialoghi socratici a tema, ecc.). A scuola provo a tener aperto uno "sportello" di consulenza filosofica rivolto ai grandi ed ai meno grandi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...